• Ultimi arrivi

  • Prossimi eventi

    Nessun evento in arrivo

  • Archivi

  • novembre: 2015
    L M M G V S D
    « Ott   Dic »
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    30  
  • Categorie

  • Da leggere in Rete!

  • Commenti recenti

    Una sitografia per i… su La Shoah raccontata ai (e dai)…
    dariotommaseo su I PAESI SI RACCONTANO, L…
    Accademia europea di… su MANGA OPEN DAY
    fb hacker online su Cuba, que linda es Cuba, mostr…
    a main hobbies su CITTADINI O SUDDITI? RIFLESSIO…
  • RSS Ultime recensioni

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.
  • Amaci!

    Add to Technorati Favorites

    Culture Blogs - Blog Catalog Blog Directory

Una giornata particolare nella vita di Rembrandt

foto evento 9 dicembreLa biblioteca il Quadrato, presenta un incontro che ha per tema “Una giornata particolare nella vita di Rembrandt Hermenszoon van Rijn”, ovvero una narrazione tratta dal libro Il pittore e la ragazza di Magriet de Moor che si terrà il giorno mercoledì 9 dicembre alle ore 21, presso la sala espositiva in via Nazario Sauro (ex chiesetta).

Relatore dell’incontro Giuseppe Giolitti, interessato da tempo al mondo e alla cultura dei Paesi Bassi e segretario dell’associazione “Erasmus” per la diffusione della cultura dei Paesi Bassi in Italia.

La presentazione seguirà le vicende narrate nel libro dall’autrice e verrà accompagnata dalla visione di una serie di diapositive con i quadri del pittore Rembrandt citati nel libro e le mappe contemporanee della città di Amsterdam utili per seguire i percorsi descritti.

Margriet de Moor è stata considerata una delle più importanti scrittrici olandesi di età contemporanea (famosa per l’opera Sonata a Kreutzer)

Basandosi su fatti realmente accaduti ad Amsterdam nel 1644, l’autrice del libro racconta la vicenda di Elsje Christiaens, la cui triste sorte, avvenne per un mero capriccio del destino.

Giovane e bella diciottenne e ignara del corso del mondo, Elsje lascia le fredde terre danesi dello Jutland per imbarcarsi sulla Dorothe, un veliero diretto ad Amsterdam con il solo ed unico scopo di trovare la sorella.

La narrazione presenta una una serie di vicende per cui la giovane commetterà un omicidio per il quale subirà la condanna a morte.

Il caso di Elsje Christiaens sarebbe stato consegnato irremediabilmente all’oblio del tempo, dimenticato da tutti se un grande pittore, impegnato in quei giorni di maggio del 1664 a dipingere un’opera chiamata la sposa ebrea.

Nel giorno dell’esecuzione di Elsje, il pittore Rembrandt viene a conoscerne a poco a poco la vicenda e decide poi di ritrarre in due disegni, il corpo della sfortunata ragazza danese esposto sul patibolo, immortalata su una pergamena ancora bella, fresca e pallida.

Tali disegni sono oggi conservati al Metropolitan Museum di New York.

Magriet de Moor, nella sua magistrale narrazione, che combina fantasia e realtà, descrive “il modo in cui l’arte attraversa il confine tra vita e morte, passato e presente”, accompagnandoci lungo i gracht della Amsterdam del ‘600, sulle tracce dei dolori e delle opere del Maestro.

L’autrice del libro descrive abilmente le passioni, le speranze e gli amori di una ragazza e i un grande artista, in una storia vibrante di pensieri ed emozioni, come una sorte di painting fiction, un romanzo che dipinge il quadro di un pittore che a sua volta dipinge un quadro.

Dietro i piani narrativi si avverte la presenza della scrittrice che dipinge il suo di quadro.

Lei sa e conosce il passato e il presente, in questo modo passa da un racconto storico dei fatti a supposizioni di quanto possa essere accaduto, descrivendo perciò la realtà del tempo come se osservasse attraverso una lente e poi mettesse l’occhio ad un’altra lente puntata sul futuro di allora, che è il nostro presente, anticipando il tempo che verrà e che ci appartiene.

L’autrice del libro presenta i fatti più importanti della vita del pittore Rembrandt, ma anche i suoi quadri, le pennellate, i colori, lo studio della luce e quindi la bellezza della painting fiction; cioè quindi un romanzo che dipinge il quadro di un pittore che a sua volta dipinge un altro quadro.

Di questo genere il primo significativo romanzo fu “La ragazza dall’orecchino di perla” di Tracy Chevalier;

In questo libro Margriet de Moor descrive abilmente le passioni, le speranze e gli amori di una ragazza e di un grande artista, in una storia vibrante e piena di emozioni.

Annunci
Articolo successivo
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: