• Ultimi arrivi

  • Prossimi eventi

    Nessun evento in arrivo

  • Archivi

  • settembre: 2014
    L M M G V S D
    « Ago   Ott »
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    2930  
  • Categorie

  • Da leggere in Rete!

  • Commenti recenti

    Una sitografia per i… su La Shoah raccontata ai (e dai)…
    dariotommaseo su I PAESI SI RACCONTANO, L…
    Accademia europea di… su MANGA OPEN DAY
    fb hacker online su Cuba, que linda es Cuba, mostr…
    a main hobbies su CITTADINI O SUDDITI? RIFLESSIO…
  • RSS Ultime recensioni

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.
  • Amaci!

    Add to Technorati Favorites

    Culture Blogs - Blog Catalog Blog Directory

Il mondo di ieri e quello di oggi nel “il canto del Corniolo”, il nuovo libro di Giuseppe Milanesi

Domenica 16 novembre, alle ore 1630, al Quadrato, la biblioteca di Baranzate, in via Trieste 23, Giuseppe Milanesi presenta il suo libro “il canto del corniolo”.
Drammatizzazione a cura di Leo oliveto
ingresso libero fino ad esaurimento posti

Il canto del corniolo è un bilancio della vita, il bilancio con il quale prima o poi ognuno di noi si misura. In questa raccolta di racconti si comparano due mondi: quello passato e quello attuale e ci si accorge che le differenze sono diventate incolmabili. Allora subentra la nostalgia per la terra natia e la gente che viveva in quel mondo fatto di cose semplici. È un aspetto che ritroviamo in maniera significativa ne La luna e i falò, il romanzo di Cesare Pavese, dove il protagonista torna dopo un periodo di lontananza nei luoghi della sua infanzia e non riconosce più le persone. Allora si sente spaesato, come distaccato. Grazie però all’aiuto di un amico, attraverso il ricordo, riesce a ritrovarsi nuovamente nella sua dimensione. E si accorge di come le sorti degli uomini siano ancora fortemente legate a quelle della natura. Ne abbiamo un bellissimo esempio anche nel romanzo di David Baldacci Ford Mai lontano da qui, dove il legame con la terra d’origine e con i propri cari è visto come qualcosa di viscerale e imprescindibile, pur essendo le ambientazioni delle due opere completamente differenti. La storia di Baldacci si svolge infatti negli States, in una Virginia degli anni Quaranta, mentre i racconti de Il Canto del Corniolo sono ambientati nella pianura padana degli anni Sessanta, nella stessa pianura di cascine de L’albero degli zoccoli, il film di Ermanno Olmi.
Ci giriamo indietro, cerchiamo il passato e quel mondo che ricordavamo da bambini, che abbiamo lasciato là dove abbiamo trascorso la nostra fanciullezza. Quel mondo che non c’è più, fatto anche di oggetti, di modi di essere, di saggia cultura contadina. Per questo ho letto con piacere i due Dizionari delle cose perdute di Francesco Guccini. Anche lui descrive, attraverso le cose, il modo di vivere della gente d’altri tempi. La sua è una riflessione sulla velocità dei cambiamenti generazionali, cambiamenti che rendono il confronto tra passato e presente sempre più difficile.
Quella di adesso è una realtà negativa: la crisi e il lavoro che non c’è più, i deprecabili rapporti sociali fra le persone e l’inesistente qualità della vita, sono solo alcuni degli aspetti che quotidianamente ci fanno capire come sia diventata piatta e misera l’esistenza della maggior parte di uomini e donne del giorno d’oggi.
Un’esistenza metropolitana a volte fatta di alienazione, di impossibilità di vivere una vita decente che ritroviamo nell’ironia surreale del Marcovaldo di Italo Calvino.
I racconti de Il canto del corniolo sono compresi in tre momenti distinti: il passato, parte sostanziale dove prevalgono il ricordo, il rimpianto e la nostalgia; il presente con la consapevolezza e la rassegnazione alla vita che conduciamo e il futuro, con il cambiamento e la speranza.
Ecco, queste sono le parole chiave dell’opera.

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: