• Ultimi arrivi

  • Prossimi eventi

    Nessun evento in arrivo

  • Archivi

  • gennaio: 2013
    L M M G V S D
    « Dic   Feb »
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28293031  
  • Categorie

  • Da leggere in Rete!

  • Commenti recenti

    Una sitografia per i… su La Shoah raccontata ai (e dai)…
    dariotommaseo su I PAESI SI RACCONTANO, L…
    Accademia europea di… su MANGA OPEN DAY
    fb hacker online su Cuba, que linda es Cuba, mostr…
    a main hobbies su CITTADINI O SUDDITI? RIFLESSIO…
  • RSS Ultime recensioni

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.
  • Amaci!

    Add to Technorati Favorites

    Culture Blogs - Blog Catalog Blog Directory

Ricordando le Foibe, al Quadrato, la biblioteca di Baranzate

Domenica 10 Febbraio

Biblioteca Comunale “Il Quadrato” – via Trieste 23

ore 17.00Apertura Mostra Fascismo, Foibe, esodo”a cura della

Fondazione Memoria della Deportazione.

Visitabile fino al 29 Febbraio negli orari di apertura al pubblico della Biblioteca.

ore 17.15“Il Cerchio. Nessuno è innocente” Spettacolo teatrale e musicale sulle foibe e sull’esodo giuliano-dalmata a cura dell’Associazione La Manifattura.

 

Ufficio Cultura: Tel. 02.39306770 • Biblioteca: 02.38200279 • http://www.comune.baranzate.mi.ithttp://www.insiemegroane.it

La guerra che verrà
non
è la prima. Prima
ci sono state altre guerre.
Alla fine dell
ultima
c
erano vincitori e vinti.
Fra i vinti la povera gente
faceva la fame. Fra i vincitori
faceva la fame la povera gente
egualmente.

[Brecht]

La citazione di Brecht illustra meglio di molte parole il significato ultimo
di questa rappresentazione teatrale: l’argomento sono le foibe, la ricerca storica è accurata ma lo scopo non è individuare colpevoli e innocenti; perché se i primi sono innegabili, i secondi forse sono solo vittime.

Le vicende si svolgono in quell’arco di tempo che va dall’inizio della Seconda Guerra Mondiale, ai trattati che sancirono i confini italo-jugoslavi, fino al significativo epilogo del 1° maggio 2004. Quattro i personaggi (due italiani, due sloveni) che interagiscono in 4 atti, ognuno caratterizzato da un pronome personale a sottolineare i diversi rapporti di potere che evolvono negli anni (nel I atto il Voi, poi il Tu, il Lei e a finire il Noi del IV atto).
 
Tra l’una e l’altra scena, momenti di musica dal vivo, meglio di moltitudini di dati, immergono il pubblico nell’atmosfera del tempo.

Uno spettacolo che vuole fare discutere.

Durata: 1 ora e 10 minuti circa.

 

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: