• Ultimi arrivi

  • Prossimi eventi

    Nessun evento in arrivo

  • Archivi

  • luglio: 2009
    L M M G V S D
    « Giu   Ago »
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728293031  
  • Categorie

  • Da leggere in Rete!

  • Commenti recenti

    Una sitografia per i… su La Shoah raccontata ai (e dai)…
    dariotommaseo su I PAESI SI RACCONTANO, L…
    Accademia europea di… su MANGA OPEN DAY
    fb hacker online su Cuba, que linda es Cuba, mostr…
    a main hobbies su CITTADINI O SUDDITI? RIFLESSIO…
  • RSS Ultime recensioni

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.
  • Amaci!

    Add to Technorati Favorites

    Culture Blogs - Blog Catalog Blog Directory

Focus on: Stabat Mater, Premio Strega 2009

Stabat Mater di Tiziano Scarpa è il romanzo che ha vinto la 63ma edizione del Premio Strega, forse il più famoso dei premi letterari italiani. Questa la trama, dal risvolto di copertina:

È notte, l’orfanotrofio è immerso nel sonno. Tutte le ragazze dormono, tranne una. Si chiama Cecilia, ha sedici anni. Di giorno suona il violino in chiesa, dietro la fitta grata che impedisce ai fedeli di vedere il volto delle giovani musiciste. Di notte si sente perduta nel buio fondale della solitudine più assoluta. Ogni notte Cecilia si alza di nascosto e raggiunge il suo posto segreto: scrive alla persona più intima e più lontana, la madre che l’ha abbandonata. La musica per lei è un’abitudine come tante, un opaco ripetersi di note. Dall’alto del poggiolo sospeso in cui si trova relegata a suonare, pensa “Io non sono affatto sicura che la musica si innalzi, che si elevi. Io credo che la musica cada. Noi la versiamo sulle teste di chi viene ad ascoltarci”. Così passa la vita all’Ospedale della Pietà di Venezia, dove le giovani orfane scoprono le sconfinate possibilità dell’arte eppure vivono rinchiuse, strette entro i limiti del decoro e della rigida suddivisione dei ruoli. Ma un giorno le cose cominciano a cambiare, prima impercettibilmente, poi con forza sempre più incontenibile, quando arriva un nuovo compositore e insegnante di violino. È un giovane sacerdote, ha il naso grosso e i capelli colore del rame. Si chiama Antonio Vivaldi. Grazie al rapporto conflittuale con la sua musica, Cecilia troverà una sua strada nella vita, compiendo un gesto inaspettato di autonomia e insubordinazione.

Tiziano Scarpa, veneziano, classe 1963, pare con Stabat Mater aver centrato il suo capolavoro: leggi cosa ne dicono su Wuz e i commenti dei lettori di anobii, oppure clicca sullo speciale della casa editrice Einaudi. Puoi prenotare il libro sul nostro catalogo, così come altri titoli dell’autore.

Stabat Mater ha battuto per due soli voti il secondo classificato, Il bambino che sognava la fine del mondo di Antonio Scurati. Gli altri finalisti della cinquina erano L’istinto del lupo di Massimo Lugli, L’ultima estate di Cesarina Vighy e Almeno il cappello di Andrea Vitali.

Il Premio Strega è nato nel 1947, e da allora, nell’immaginario collettivo, incorona un po’ il re o la regina del romanzo italiano. Accompagnato da grandi attese e qualche polemica – sostanzialmente per il fatto che se lo spartiscono sempre le stesse grosse case editrici – il Premio Strega riesce quasi ogni volta a centrare quello che è realmente il romanzo dell’anno, per gradimento sia della critica che del pubblico. Giudicate voi, dall’elenco dei premiati dal 1947 a oggi, se i giurati dello Strega sono riusciti a riconoscere quelli che sarebbero diventati grandi classici della letteratura italiana contemporanea, o se ogni tanto hanno commesso qualche errore.

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: