• Ultimi arrivi

  • Prossimi eventi

    Nessun evento in arrivo

  • Archivi

  • aprile: 2009
    L M M G V S D
    « Mar   Mag »
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    27282930  
  • Categorie

  • Da leggere in Rete!

  • Commenti recenti

    Una sitografia per i… su La Shoah raccontata ai (e dai)…
    dariotommaseo su I PAESI SI RACCONTANO, L…
    Accademia europea di… su MANGA OPEN DAY
    fb hacker online su Cuba, que linda es Cuba, mostr…
    a main hobbies su CITTADINI O SUDDITI? RIFLESSIO…
  • RSS Ultime recensioni

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.
  • Amaci!

    Add to Technorati Favorites

    Culture Blogs - Blog Catalog Blog Directory

Addio a J.G. Ballard

Ho sempre scritto sul cambiamento,
questo a partire dagli anni Cinquanta,
quando vennero introdotti tutti questi
elementi della modernizzazione:
la televisione, i media di massa, i supermercati, le tangenziali.
Sentivo un irresistibile bisogno di scriverci sopra.
Cambiamento: ecco la cosa che fonda la fantascienza.

È morto James Graham Ballard, lo scrittore britannico di fantascienza che ci ha regalato capolavori come L’impero del sole, Crash, La mostra delle atrocità, Il mondo sommerso e molti altri romanzi e racconti. Aveva 78 anni.

Molti articoli in suo ricordo sono apparsi sulla stampa di tutto il mondo; noi troviamo molto belle le parole di Simon Sellars, curatore del sito Ballardian.com (che raccoglie anche molti contributi di scrittori e intellettuali):

Arrivederci, Jim…

Come curatore del suo sito, il mio scopo è sempre stato quello di parlare di J.G. Ballard come di un filosofo, invece che di un semplice “romanziere”. Qualche volta questo ha fatto arrabbiare i fan e gli estimatori del suo lavoro, ma più spesso mi ha messo in contatto con scrittori, artisti, musicisti, registi e intellettuali che vedono tutti il mondo attraverso le stesse lenti “ballardiane” – e con Jim Ballard in persona che, con la sua compagna Claire Walsh, ha sempre supportato questo sito.

Ballard mi ha mostrato chiaramente le implicazioni del vivere in un’era di totale consumismo, di sorveglianza occulta, di schiavitù mascherata da intrattenimento di massa. Ma mi ha parlato anche di resistenza a tutto questo, attraverso l’ironia, l’ambivalenza, l’immaginazione – rimescolando, riciclando, ricostruendo, rimodellando.

(…) Leggere e capire Ballard vuol dire essere gloriosamente, finalmente, liberati.

La biblioteca di Baranzate possiede questi libri di J.G. Ballard, e molti altri si possono prenotare nel catalogo del Csbno:

Annunci
Articolo precedente
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: